- HOME------ Tel. 33 49605610-----info@lanternevolanti.com

lanterne volanti, appendere, galleggianti, sacchetti luminosi, spara coriandoli, scintille

Storia delle lanterne volanti

27-01-2019
da Rob Selen

Le lanterne volanti hanno origine in Cina durante il III secolo dopo Cristo. Si narra che siano state inventate dal politico cinese Zhuge Liang, uomo militare, stratega e inventore. Dal suo nome di cortesia, Kongming, deriva quello attribuito alle stesse lanterne volanti: "Kongming Lantern". Kongming si trovò intrappolato durante la battaglia di Pingyang contro Sima Yi nella primavera del 231, durante la quale decise di segnalare la sua posizione affidando i messaggi alle lanterne volanti per chiedere aiuto. Un'altra teoria riconduce il nome Kongming alle lanterne per la somiglianza fra queste e il cappello indossato da Zhuge Liang.

Dopo l'utilizzo in tempo di guerra, esse furono impiegate dalla popolazione locale durante le festività abbinate ai tradizionali fuochi d'artificio. La speranza era che le lanterne portassero via con sé i guai e augurassero fortuna e prosperità: più in alto fossero salite, maggiore sarebbe stata la buona sorte. Successivamente le lanterne furono usate dai monaci, la fiamma li guidò alla conoscenza. Ancora oggi i cinesi usano le lanterne volanti durante il capodanno cinese, come augurio di buona fortuna. Un altro nome legato alle lanterne è "Khoom Fay" che significa 'fate del cielo'.

Dalla prima registrazione dell'uso di un pallone ad aria calda in 231 d.C in Cina ci vogliono 1478 anni per arrivare in Portogallo Europa. Non possiamo ancora chiamarli Mongolfiere ad aria calda, ci vogliono altre 39 anni . In un documento del 1709 viene raccontato di un lancio fatto dal presbitero portoghese Bartolomeu de Gusmão davanti della corte del re Giovanni V. Il pallone di carta scaldato con una fiamma e piena di aria calda decolla a circa 4 metri.

Pinterest